Koi's work

Loading...

lunedì 17 ottobre 2011

Amo l'autunno

Prendo spunto da questo post nel blog Ai piedi del Carrubo, e trasformo in un post qui il mio commento, troppo lungo per essere un commento, a quel post. 
Amo l'autunno perchè comincia a far fresco, si rimettono i golf, i cappelli, le scarpe chiuse (come se io non le usassi anche d'estate), cominci a togliere la canfora da sciarpe e maglioni pesanti. 
Amo i colori dell'autunno i gialli, gli aracioni e i rossi intensi, mischiati a quel poco di verde che ancora resiste imperterrito. Scompongo l'autunno nei suoi elementi come fa Seleapi e li analizzo secondo il mio gusto. 
Le zucche: per gli occhi sono una delizia; per il palato, il mio per la precisione, dipende da come sono utilizzate: al forno mi piacciono poco, i gnocchi invece mi piacciono di più, per non parlare del risotto con la zucca che mi piace tanto e la torta di zucca... mmmm deliziosa! 
Le foglie secche: l'unico inconveniente che hanno è che quando piove possono nascondere le insidie del marciapiede come radici che hanno sollevato il pavimento stradale o lo hanno addirittura smosso, pezzetti di terra diventati sdrucciolevoli, però sono uno dei più begli spettacoli che la natura possa mettere in scena anche in città. 
Le castagne: possibilmente lesse o sotto forma di marronita sono la delizia del creato, il nettare e l'ambrosia degli dei... E con l'acqua di cottura delle castagne lesse puoi tingere la tela aida, o il lino, per ricamare e vengono di un colore meraviglioso tra il marrone ed il rosa. 
Zuppe e tisane: ecco le zuppe non mi esaltano particolarmente, ma le tisane le sto scoprendo specie quelle con dentro pezzetti di agrumi e di cannella o vaniglia. 
Feste autunnali: Halloween, che dire, vorrei festeggiarlo perchè a me piace mascherarmi, mi piace cucire i costumi ed indossarli, ma il ponte dei Morti lo passo in quel di Lucca nella bolgia di LuccaComics&Games e la sera si arriva talmente stanchi che si vede solo il letto. Il Ringraziamento: l'ho festeggiato per la prima volta lo scorso anno imbottendo un tacchino da 7 libbre e cacciandolo nel forno per 4 ore, cuocendo le pannocchie, preparando la torta di zucca e le patate americane coi marshmallows; l'idea è fare il bis quest'anno. Certo poter prendere gli ingredienti che non si trovano in Italia allo spaccio della base americana di Vicenza ha aiutato non poco, ma è stato bello... E poi ogni scusa è buona per invitare gli amici e stare in compagnia. Aggiungo un paio di elementi che per me sono sinonimo di autunno 
I Pan dei Morti: dolce tipicamente milanese (già ai confini col Piemonte non lo conoscono) del periodo dei Morti, appunto. É un dolce mediveal/rinascimentale fatto con cacao, canditi, uvette, pinoli; tipo il panpapato, il panforte.. quei dolci lì, ma molto più buono. 
LuccaComics&Games: a cavallo tra ottobre e novembre Lucca diventa la capitale del fumetto (occidentale, orientale, stampato o in versione cartone animato) e del gioco (di ruolo, da tavolo, videogame, ogni tipo di gioco), e si riempie di nerd/geek/cosplayer da tutt'Italia. Per i Lucchesi è una bolgia infernale (e anche per chi è nei padiglioni se piove), ma per tutti gli altri un buon riassunto di cosa sia LC&G è questo: http://www.youtube.com/watch?v=CmcWU4mtW5k

3 commenti:

seleapi ha detto...

ciao kitchan, lieta di averti ispirato queste riflessioni.. ma sai che quella di tingere il lino con l'acqua delle castagne mi è proprio nuova?! perfetto, ora ne ho imparata un'altra.. ah.. soprattutto.. se al ringraziamento di quest'anno non sai chi invitare.. io sono sempre disponibile!!! ;)

GreenWitch ha detto...

Anche per me autunno è sinonimo di LuccaComics&Games!
E' stato bello rivederti... e ancora complimenti per il costume di Assassin's Creed, FA-VO-LO-SO!
E ho appena scoperto che anche tu sei passata a blogspot...
A presto!

Kitchan ha detto...

Sì sì, é stato veramente bellissimo rivederti a Lucca!
Grazie per i complimenti, fare quel costume è stato un lavoraccio soprattutto perchè avevo pochissimo tempo, ma il risultato vale la pena